Tag Archives: app

libricity al Salone del Libro 2015

Editori che partecipano (in progress): ilSaggiatore,  Marcos y Marcosminimum fax,  Del Vecchio Editore,  nottetempo, SUR, Adelphi, Astoria, VolandGruppo GEMS (Bollati Boringhieri, Chiarelettere, Corbaccio, GarzantiGuanda, La Coccinella, Longanesi, Nord, Ponte Alle Grazie, Salani, TEA, Vallardi), LindauEdizioni L’Età dell’Acquario, La fontana di SiloeEdizioni Anteprima, Melchisedek, Marsilio, SonzognoFazi Editore, Astrolabio-Ubaldini, Iacobelli Editore, Vita e PensieroQiqajon, La Lepre EdizioniFeltrinelli Editore (Apogeo, Gribaudo, Urra, Kowalski, Rough Guides, FOXCRIME), Edizioni Mediterranee, Stampa Alternativa,  NN Editore, Exorma Edizioni, Casa Sirio,  Editrice Missionaria Italiana,  Brigantia Editrice, Laterza

libricity è una app (disponibile per iOS e Android) che geolocalizza i libri e le librerie: cercando un titolo, un autore o un tema, il lettore potrà vedere quali librerie intorno a lui vendono i libri risultanti ed ottenere tutte le indicazioni per raggiungerle.

Per il Salone del Libro di Torino 2015 abbiamo deciso di applicare lo stesso criterio allargandolo agli editori e quindi considerando, oltre alle normali librerie torinesi, anche il Salone come un insieme di tante librerie ed indicando ai visitatori in quale stand (libreria) trovare i libri ricercati.

LibricityArticolo1

L’editore in questo modo trasforma ogni autore e ogni libro in un punto di accesso al proprio stand, presentandosi al pubblico attraverso l’interesse dei lettori: i libri.

Dall’altro lato il lettore trova in maniera semplice i libri che vuole, riuscendo così ad orientarsi in quella che, per 5 giorni, diventa la più grande libreria d’Italia.

La partecipazione è molto semplice, abbiamo bisogno della lista dei libri che portate al salone in formato Excel con ISBN e numero di copie.

Per maggiori informazioni mandateci una mail all’indirizzo info@libricity.com, vamosquevamos!

 

 

Prototipi di carta (Paper prototyping)

Come ormai ripetiamo da un po’ di tempo su questo blog, è fondamentale che ogni utente sia in grado di comprendere e usare istantaneamente il prodotto.
L’interfaccia rappresenta il 90% del valore per l’utente, e interfaccia qui indica il modo in cui porto a termine un obiettivo con un prodotto – cosa faccio e come risponde (cfr. Jef Raskin, The Humane Interface).

Gli strumenti di lavoro per la progettazione di una app.
Gli strumenti di lavoro per la progettazione di una app.

Continue reading

La nuova app TwoReads per i lettori! La proviamo insieme?

10974631_380582328769073_1450207788956689569_o
Cari amici del blog,
siamo alla ricerca di 15 volontari con cui fare un test su un nostro prototipo di app per lettori. Ci servono infatti diverse prove per capire meglio come coinvolgere in fase di progettazione utenti interessati.

CHE APP È?
Stiamo progettando un’app per lettori, ma non vi spieghiamo qui come funziona perché questo fa parte di uno dei task del test (vedi sotto). Continue reading

Libreria, categorie e settori

Lo sviluppo della nostra app dentro la libreria IBS di Padova è un processo tanto stimolante quanto impegnativo. Uno dei punti principali che stiamo cercando di risolvere è come favorire la ricerca autonoma di un libro all’interno della libreria.

Prima di tutto ci pare istruttivo un veloce confronto tra libreria e biblioteca. Necessità e fini differenti si traducono in due approcci ben distinti. La biblioteca organizza la classificazione dei libri in categorie “rigide” e quindi la loro disposizione in un luogo “fisso”. Rispetto alle librerie, le biblioteche tipicamente hanno un maggior numero e una maggiore varietà di libri (raccolti nel corso di decenni o secoli) e soprattutto li tengono per più tempo, quindi la parte di “retrieval” è molto più importante per loro. Nel breve periodo gli entrano però meno titoli, quindi possono permettersi di dedicare una quota di tempo superiore ad ognuno di essi (naturalmente immaginiamo che dimensioni e risorse a disposizione siano comparabili). Infine la biblioteca non è pressata a posizionare il singolo libro nel luogo più “appetibile”.

Continue reading

La nostra app nella libreria IBS di Padova

Da una decina di giorni siamo nella libreria IBS di Padova (Via Alinate, 63) a sviluppare una nuova app. Per noi è una bellissima esperienza: lavoriamo finalmente con molti dati accurati sui libri e soprattutto stiamo a contatto con gli utenti, in tutte le fasi dello sviluppo.

In questo post vogliamo presentare la app, rivolta ai lettori già entrati in libreria, partendo dalle analisi che ci hanno spinto a crearla. Ecco quindi una prima considerazione ovvia e fondamentale: se entro in libreria ho già operato una scelta forte, in quel momento m’interessano più i libri che le scarpe, e il primo “incentivo alla lettura” deve essere un ambiente favorevole alla ricerca/scoperta e all’acquisto dei libri (un discorso simile può essere fatto, fuori dal contesto commerciale, pure per la biblioteca e molti progetti meritevoli sul territorio seguono proprio questa direzione).

Continue reading

TwoReads, le nuove avventure

Cari lettori del blog e amici della nostra startup, il silenzio di questi ultimi mesi è dovuto a una profonda riorganizzazione di TwoReads.

Il 28 agosto abbiamo fatto una riunione con Roberto Lombardi, il nostro business angel: ci ha messo di fronte al fatto che il rapporto con gli editori è produttivo ma troppo lento e il mercato della saggistica, sul quale ci eravamo concentrati, è troppo piccolo, almeno in Italia in questo momento. Abbiamo quindi deciso di fare il classico pivoting e siamo ripartiti dai lettori e dalla lettura entrando in libreria. TwoReads vuole aiutare i lettori a trovare facilmente in libreria il libro che stanno cercando, anche quando non ne conoscono tutti i dati, e vuole suggerire altri libri interessanti, sostenendo con uno strumento utile – non certo sostituendo – il libraio.

ordine scaffali libreria 2

Continue reading