Aleph (Indipendenti 5)

Libricity la nostra app dedicata alle librerie indipendenti è disponibile nelle versioni Android e iOS. Cari lettori, considerate che è in beta e ci potrebbero essere dei malfunzionamenti (in particolare nella versione per iPhone abbiamo visto che lo scroll nei risultati di ricerca talvolta blocca la app e le mappe non sono molto chiare). Nel minor tempo possibile caricheremo nuovi aggiornamenti che andranno a risolvere i vari problemi; il vostro feedback è molto utile e apprezzato, vi invitiamo quindi a scriverci ad app@libricity.com. L’app al momento copre principalmente Milano ma ci stiamo allargando anche su altre città.

Dopo questo veloce aggiornamento sul nostro prodotto, passiamo alla quinta puntata della nostra rubrica dedicata alle librerie Indipendenti. Abbiamo intervistato Sergio Marchio della libreria Aleph in Piazza Lima a Milano (sito , Facebook).

Aleph

Continue reading

Bistrò del tempo ritrovato (Indipendenti 4)

Cari lettori, se siete a Milano e volete provare in beta la nostra app dedicata alle librerie indipendenti, su Google Play è disponibile la versione per Android: Libricity. A breve arriverà anche per iOS (Apple). Se avete un qualsiasi commento o suggerimento vi invitiamo a scriverci ad app@libricity.com, ricordate però che al momento non è in versione finale e “mappa” solo Milano.
Veniamo ora alla quarta puntata della nostra rubrica dedicata alle librerie Indipendenti. Questa settimana siamo andati a intervistare Deborah e Bianca de Il Bistrò del tempo ritrovato (Milano, via Vincenzo Foppa 4, sito, pagina Facebook).
Bistrò del tempo ritrovato
Continue reading

Librerie Luoghi&libri e Melting Pot (Indipendenti 3)

Oggi puntata doppia della nostra rubrica dedicata alle librerie Indipendenti. Parliamo infatti con Antonio Ranzini Pallavicini di Luoghi&libri, libreria specializzata nei libri di e per il viaggio, e con Margherita Calegari di Melting Pot (sito, pagina Facebook), specializzata in libri in lingue straniere. Le due librerie sono riunite in via Vettabbia 3 a Milano.
(Prima di cominciare l’intervista, una piccola nota su di noi: tra pochi giorni vi informeremo sull’app per librerie indipendenti, ormai in arrivo, e altre novità di TwoReads.)

Antonio Ranzini Pallavicini e Margherita Calegari.
Antonio Ranzini Pallavicini e Margherita Calegari.

Continue reading

Libreria Il Trittico (Indipendenti 2)

Cari lettori del blog, continuano le nostre interviste alle librerie indipendenti, utili anche per lo sviluppo dell’app a loro dedicata (stiamo cercando volontari per i test, se siete interessati scriveteci a info@tworeads.com).
Ci fa molto piacere che sui giornali e in rete queste librerie trovino in quest’ultimo periodo un po’ più di spazio. Nel nostro piccolo questa seconda puntata di Indipendenti ci ha fatto incontrare a Milano Pietro Linzalone nella sua Libreria Il Trittico, Corso San Vittore 3 (sito, pagina Facebook).

Il Trittico

Continue reading

Libreria Utopia (Indipendenti 1)

Nel post precedente abbiamo parlato in generale delle librerie indipendenti e del loro ruolo. Ora iniziamo a conoscerle meglio, con un’intervista a Lucio Morawetz della Libreria Utopia di Milano (via Marsala 2, sito web, pagina Facebook). Nelle prossime settimane incontreremo altri librai, ma già da questa conversazione crediamo esca fuori un aspetto importante: le librerie indipendenti si formano in un tempo e in luogo specifici, nel rapporto coi lettori e grazie al lavoro dei librai, alle loro competenze e passioni. Fanno delle scelte –  non sempre facili anzi quasi mai facili – e attraverso di esse definiscono la propria personalità e, almeno in parte, il proprio pubblico. Queste librerie sono naturalmente interessate a soddisfare qualsiasi lettore ma non sono intercambiabili, la loro “logica” è ben diversa da quella del negozio di catena che si pone precisamente l’obiettivo di apparire uguale dappertutto e vive solo nel presente dell’ultima novità.

Libreria Utopia
Il piano principale della libreria Utopia, che dispone anche di un altro piano e di uno spazio per eventi e mostre.

Continue reading

Le librerie indipendenti: un modello per il futuro (anche digitale)

Simonetta Fiori è una giornalista che con grande competenza segue per Repubblica il mercato editoriale e, in questi giorni dominati dall’offerta di acquisto di Mondadori per la divisione libri di RCS, ha scritto un articolo interessante, dal titolo forte: Più piccole e con l’anima – la rivincita delle librerie. Oltre il titolo, il pezzo colpisce perché il modello della libreria indipendente, considerato da alcuni profeti editoriali definitivamente morto, viene proposto proprio per il rilancio delle librerie di catena Mondadori!

Foto dal profilo Facebook della libreria Libet.
Foto dal profilo Facebook della libreria Libet.

Continue reading

Prototipi di carta (Paper prototyping)

Come ormai ripetiamo da un po’ di tempo su questo blog, è fondamentale che ogni utente sia in grado di comprendere e usare istantaneamente il prodotto.
L’interfaccia rappresenta il 90% del valore per l’utente, e interfaccia qui indica il modo in cui porto a termine un obiettivo con un prodotto – cosa faccio e come risponde (cfr. Jef Raskin, The Humane Interface).

Gli strumenti di lavoro per la progettazione di una app.
Gli strumenti di lavoro per la progettazione di una app.

Continue reading

La nuova app TwoReads per i lettori! La proviamo insieme?

10974631_380582328769073_1450207788956689569_o
Cari amici del blog,
siamo alla ricerca di 15 volontari con cui fare un test su un nostro prototipo di app per lettori. Ci servono infatti diverse prove per capire meglio come coinvolgere in fase di progettazione utenti interessati.

CHE APP È?
Stiamo progettando un’app per lettori, ma non vi spieghiamo qui come funziona perché questo fa parte di uno dei task del test (vedi sotto). Continue reading

Al servizio del lettore

Vendere l’anima di  Romano Montroni (Laterza, 2006) parla di innovazione, flessibilità e velocità di cambiamento, attenzione totale alle necessità del lettore\cliente e al lato emozionale dell’esperienza in libreria. È un libro interessantissimo sul mestiere del libraio scritto da chi ne ha fatto la storia attuale. Giustamente Umberto Eco dice:

Leggere Romano Montroni che parla del mestiere del libraio è un po’ come leggere Dante che spiega come scrivere un poema in tre cantiche, Cellini che parla del mestiere dell’orafo, o – per essere più modesti – Landru che racconta come si uccide una moglie.

Continue reading